Griglia Aprile – Rielaborazione informazioni

Riporto di seguito una griglia di impostazione dell’attività di documentazione relativa alla rielaborazione delle informazioni raccolte durante un’esplorazione dell’ambiente esterno.
Seguono i diversi allegati citati.
Anna
GRIGLIA aprile Anna

Incontri fruttuosi

Questionario lavoro gruppo

Sintesi dei questionari classe terza A

Sintesi dei questionari classe terza B

Commenti dopo la compilazione dei questionari terza A

Discussione dopo compilazione questionario 3° B

Lavoro a coppie di Ilaria e Ginevra

Lavoro a coppie di Justin e Alessia

Lavoro di gruppo di Justin, Alessia,Ilaria e Ginevra

Questo è il risultato di uno dei lavori di gruppo, trascritto individualmente sul quaderno. Poiché avevano già scritto il testo due volte ho dato la possibilità, a chi voleva, di effettuare la trascrizione con il computer.
la passeggiata rid

Annunci

CONSAPEVOLEZZA (DIFFICOLTA’, ERRORI – CAPACITA’,PROGRESSI)

Sulle classi terze sto continuando il lavoro di avvicinamento alla consapevolezza delle proprie difficoltà (errori persistenti) e contemporaneamente delle proprie capacità.

Condivido con voi un’attività che stiamo facendo per visualizzare le idee dei ragazzi su questi due aspetti (e che vuole essere un po’ il proseguimento del lavoro sulla revisione del testo già presentato in precedenza).

 

Abbiamo realizzato  un cartellone in cui ciascuno doveva apporre foglie di colori diversi con la consegna di scrivere  su una foglia di colore beige qualcosa che ritiene di non sapere ancora fare bene, su una verde qualcosa che ritiene di avere imparato bene, di essere in grado di svolgere – conoscere bene. Continua a leggere

Proposta di argomento di ricerca: la revisione del testo

Insegno italiano in due classi terze composte rispettivamente da 12  e da 16 alunni. Abbiamo sdoppiato la classe fin dalla prima per la presenza di un alunno certificato come psicotico con tratti autistici. Ciò ha comportato tuttavia che ogni insegnante non abbia alcuna ora di compresenza, che le aule che ospitano le due classi siano estremamente piccole, che sia a disposizione della terza A (quella con il bimbo con handicap) un insegnante di sostegno per 8 ore settimanali. In realtà quest’insegnante è quasi sempre sottratta dalle risorse della classe per sopperire alle assenze delle insegnanti nella scuola, poiché non si riescono a nominare supplenti.

Fin dalle prime classi i bambini sono stati sollecitati a scrivere liberamente; utilizzando il modello Ferreiro Teberosky è stato fin dall’inizio chiesto loro di non preoccuparsi se non scrivevano subito correttamente, ma di provare  a scrivere come erano capaci. Progressivamente sono stati sollecitati a riflettere sugli errori per cercare di evitarli.

Come area di ricerca mi interesserebbe proprio quella del cercare le giuste strategie per favorire la revisione dei testi, partendo dalla consapevolezza degli errori che ciascuno commette più frequentemente. Continua a leggere

La discussione in classe – Scuola Primaria di Portacomaro

La discussione è un’importante strategia di insegnamento-apprendimento. Quando si abituano gli alunni ad utilizzare il momento della discussione come una modalità consueta per mettere in comune le proprie conoscenze per crescere insieme, si possono ottenere buoni risultati. Progressivamente i bambini arricchiscono le loro modalità di intervento, imparano a tenere conto degli interventi dei compagni e a non rivolgersi esclusivamente all’insegnante, ma ad interagire con i pari. Se l’insegnante cerca di non fornire risposte, ma di sollecitare la ricerca di soluzioni da parte degli alunni, davvero può aiutare la crescita di ciascuno. Attraverso questa modalità è possibile soffermarsi a riflettere sugli aspetti emotivo-affettivi e su quelli meta-cognitivi coinvolti nelle competenze che cerchiamo di sviluppare.

La discussione che riporto è stata registrata in seguito all’ingresso di un nuovo alunno in classe seconda, ed ha comportato una riflessione sulle regole necessarie a stare bene insieme. L’arricchimento linguistico può avvenire anche attraverso lo sviluppo dell’abitudine a porsi delle domande sul significato dei termini.

regole discussione

Raccontare oralmente esperienze vissute- Scuola primaria di Portacomaro Cap.

Nella presentazione utilizzata durante l’incontro con il Prof. Losito, tra le parole chiave individuate nell’ambito delle competenze linguistiche  si leggeva : “Sapersi esprimere in modo corretto per farsi capire, sia in forma orale che scritta”.

Vi racconto brevemente una semplice esperienza vissuta a scuola che ha aiutato gli alunni, e anche me come insegnante, a raggiungere una maggiore consapevolezza dei meccanismi sottesi a questo aspetto della  competenza. Continua a leggere

COSTRUIRE CONSAPEVOLEZZA – Valutazione riflessioni per il 12 dicembre – Scuola Primaria di Portacomaro

Riflettendo su quanto emerso dall’incontro del 14 novembre credo sia importante che gli insegnanti che intendono fare una ricerca insieme mettano in comune strumenti che stanno utilizzando o hanno utilizzato, per condividere con altri gli esiti raggiunti. Sono consapevole che uno stesso strumento non possa essere utilizzato esattamente allo stesso modo in un contesto diverso, ma credo che la riflessione su come è già stato sperimentato aiuti a trovare modi più sistematici di utilizzo. Continua a leggere

Valutazione riflessioni per il 14 novembre – scuola primaria Portacomaro

L’intervento del prof. Losito ed i documenti che ci ha messo a disposizione, insieme alla lettura degli interventi sul blog, mi hanno sollecitato alcune riflessioni.

Per effettuare valutazioni sui livelli di competenza raggiunti dagli allievi è necessario raccogliere dati da diversi punti di vista, poichè ogni osservazione è già in sè selettiva.   Continua a leggere